REGOLAMENTO DEI VIAGGI DI ISTRUZIONE E DELLE VISITE GUIDATE

 

Art.1

La scuola riconosce la valenza formativa dei viaggi di istruzione e delle visite guidate. Le visite guidate sono attività di approfondimento e verifica del quotidiano lavoro di insegnamento-apprendimento. I viaggi di istruzione sono momenti  di crescita personale, di arricchimento culturale e di aggregazione sociale. Essi fanno parte delle attività e degli impegni organizzati della Scuola e dei percorsi formativi degli studenti. Sono, pertanto, previsti nel P. O. F. e correlati strettamente alla programmazione educativa e didattica della disciplina e della classe.

 

Art 2

Nella fase di elaborazione del P.O.F. i Dipartimenti proporranno tematiche declinate per biennio, monoennio di qualifica e biennio post-qualifica che saranno fatte proprie e/o integrate dai Consigli di classe.

 

Art 3

Il Consiglio di classe prende in esame le diverse proposte formulate dai Dipartimenti, valuta la coerenza delle stesse con gli obiettivi formativi, generali e specifici programmati e delibera le iniziative da attivare nel quadro delle attività integrative previste per la classe, assumendosi contestualmente l'impegno di individuare i docenti accompagnatori necessari.

 

Art. 4

Il viaggio d'istruzione e/o la visita guidata, approvati dal Consiglio di classe ed inseriti nel P.O.F, saranno organizzati secondo la seguente procedura:

1)       Si primeggeranno le mete individuate dai Dipartimenti Aree di indirizzo dei vari settori;

2)       Il coordinatore di classe curerà i rapporti con il Responsabile dei Viaggi, affinché lo stesso possa redigere un quadro generale delle singole visite programmate per ottimizzare l’organizzazione. Lo stesso coordinatore di classe,altresì, si occuperà delle relazioni con il Consiglio di Classe e con la classe, acquisendo le autorizzazioni scritte dai genitori degli studenti e le eventuali ricevute del versamento della quota individuale o collettiva effettuata, a cura degli alunni, sul conto corrente dell’Istituto con esplicita la causale del versamento stesso;

3)       Il Consiglio di Istituto si riserva di individuare mete di interesse in assenza di indicazioni del Consiglio di Classe;

4)       Sarà compito della Dirigenza attivare le procedure necessarie per l'individuazione delle agenzie di viaggio, strutture ricettive e quant'altro indispensabile per l'espletamento della visita guidata o del viaggio d'istruzione. A queste seguiranno le relative delibere degli organi competenti.

 

Art. 5

Il viaggio di istruzione, ha finalità educative tali da approfondire e integrare argomenti disciplinari favorendone la comprensione e la riflessione. Gli studenti più meritevoli possono essere premiati con viaggi di istruzione, a spese dell’Istituzione, nelle località storico-culturali individuate anno per anno.

 

Art.6

Per l'organizzazione e l'effettuazione della visita guidata e/o del viaggio d'istruzione è obbligatorio il rispetto delle seguenti condizioni:

·         Le visite guidate, in quanto parte integrante del lavoro didattico, hanno di norma una durata non superiore all'orario scolastico giornaliero o,comunque, prevedono, il ritorno in sede entro la stessa giornata. Presuppongono la partecipazione di tutta la classe e si svolgono all'interno dei giorni di lezione previsti dal calendario scolastico.

·         Il viaggio di istruzione in quanto integrazione dei percorsi curricolari ha carattere opzionale. Per coloro che non aderiscono all'iniziativa l’attività didattica si svolgerà regolarmente ma sarà finalizzata al consolidamento del programma svolto.

·         Il saldo va versato sempre prima della partenza,entro il termine che verrà stabilito.

·         Qualora lo studente , dopo aver effettuato i versamenti, per ragioni serie e documentate, non possa partecipare al viaggio, potrà ottenere il rimborso totale o parziale delle somme versate solo se ciò non determina alcuna variazione della quota degli altri partecipanti.

I versamenti delle quote di partecipazione verranno effettuati direttamente dagli studenti, tramite bollettino di conto corrente postale, intestato all'Istituto con causale ben specificata. L'acconto sulla somma prevista va versato all'atto dell'adesione formale al viaggio (adesione scritta firmata dal genitore con allegata la ricevuta del versamento) nel modo seguente:

1)       per i viaggi in pullman e in treno:  il 50% del costo totale;

2)       per i viaggi in aereo: il 70% del costo totale e comunque la copertura del costo del biglietto aereo, tasse comprese, (fermo restando che il costo del biglietto non è comunque recuperabile).

 

Art.7

Il docente accompagnatore, o, per le iniziative rivolte a più classi, il docente capogruppo, a Viaggio di Istruzione concluso, presenterà una relazione al Consiglio di Classe e al Dirigente Scolastico con riferimento allo svolgimento e agli esiti formativi del Viaggio e alla qualità dei servizi forniti dall’agenzia o ditta esterna.

 

Art.8

Allo scopo di contenere l’incidenza delle iniziative scolastiche sull’economia delle famiglie vengono autorizzati, per le diverse classi, i seguenti viaggi di istruzione:

·                    Classi 1^ e 2^ : Visite Guidate sul territorio regionale o interregionale di una intera giornata senza pernottamento;

·                    Classi 3^ : Viaggio di Istruzione in Italia fino ad un massimo di due  pernottamenti, a seconda della distanza, (con particolare riferimento ad esperienze legate all’area di indirizzo anche su indicazione del Consiglio di Classe);

·                    Classi 4^ : Viaggio di Istruzione in Italia fino ad un massimo di tre pernottamenti, a seconda della distanza, (con particolare riferimento ad esperienze legate all’area di indirizzo anche su indicazione del Consiglio di Classe);

·                    Classi 3^ e 4^ “accorpate”: Viaggio di Istruzione in Italia fino ad un massimo di tre pernottamenti, a seconda della distanza, (con particolare riferimento ad esperienze legate all’area di indirizzo anche su indicazione del Consiglio di Classe);

·                    Classi 5^ : Viaggio di Istruzione in Italia o all’Estero con più di tre pernottamenti;

·                    Per le 1^ e 2^ : qualora i Consigli di Classe o i Dipartimenti valutassero la possibilità di approfondimento dei percorsi formativi, generali e specifici legati alla programmazione educativa e didattica delle classi, per le stesse è possibile organizzare Viaggi di Istruzione in Italia fino ad un massimo di tre pernottamenti, a seconda della distanza.

 

Art.9

In presenza di assenze collettive, di eccessive note disciplinari e/o di sospensioni personali, il Consiglio di Classe avrà la discrezionalità di decidere sulla partecipazione o meno della classe , o di parte di essa, al viaggio di istruzione.

 

Art.10

I Docenti accompagnatori, nel rapporto di 1 ogni 15 alunni, sono individuati tra le disponibilità avanzate dai docenti stessi, con titolo preferenziale per i docenti delle classi partecipanti segnalati dai rispettivi consigli di classe o con Docenti individuati  con atto di indirizzo del Consiglio di Istituto.

Almeno uno degli accompagnatori deve essere necessariamente di sesso femminile.

E’ altresì necessaria la presenza obbligatoria di un insegnante di sostegno qualora vi sia la partecipazione di uno o più alunni diversabili. Di questi, come dell’intero gruppo classe al quale appartengono , sono congiuntamente responsabili il docente curricolare ed il docente di sostegno,essendo quest’ultimo di supporto all’intera classe. Il Dirigente Scolastico, allorché ne ravvisi l’opportunità o la necessità, partecipa al viaggio di istruzione e/o visita guidata.

Su casi particolari, legati a specifiche esigenze dell’alunno/a diversabile, deve essere prevista la presenza di un familiare o di un assistente materiale.

 

Art. 11

Non possono essere effettuati viaggi nell’ultimo mese di scuola o in coincidenza con le fasi più delicate dell’anno scolastico, come la conclusione del trimestre/quadrimestre o di altre scansioni temporali dell’anno scolastico. Si può derogare a questa norma solo in considerazione di viaggi connessi con attività sportive scolastiche nazionali o internazionali o con particolari manifestazioni culturali.

 

Art.12

Non sono consentiti viaggi autogestiti dalla classe e/o dal singolo Docente

 

Art.13

Per tutti gli aspetti non contemplati dal predetto regolamento si farà riferimento alla normativa vigente.

 

Albo on line

albo on line

 
Go to top